Pinterest • The world’s catalogue of ideas

Explore Opera, The Hand and more!

TAKENAKA SHODAYUCelebre xilografia di grande formato verticale realizzata dal maestro Torii Kiyonobu (鳥居清信) e raffigurante con ogni probabilità l'attore di teatro Takenaka Shodayu (竹中庄太夫), attivo dagli anni '90 del XVII secolo e per tutta la prima decade del XVIII secolo, mentre interpreta il ruolo di una danzatrice. La donna indossa un cappello da viaggio laccato di nero e tiene nella mano sinistra una canna: il che induce a pensare che, all'interno dell'opera kabuki in cui sta danzando,

Nike di Samotracia; 200-180 a.C.; marmo pario; 245 cm; Louvre, Parigi. Molto probabilmente quest'opera fu offerta al santuario dei Grandi Dei come ringraziamento per la vittoria in una battaglia navale. La donna rappresentata è la dea Nike, la vittoria. Le ali spiegate e il panneggio aderente al corpo della dea danno un idea di dinamismo e velocità. Non sono state ritrovate le braccia e la testa ma alcuni frammenti rinvenuti fanno ipotizzare che la statua tenesse la mano destra alzata per…

• TAVOLA III cm 42 x 16 x 2,5 SANTO CHE REGGE UNA CHIESA Questa tavola ha subito molti guasti per l’opera dei tarli, sia per quanto riguarda i fori che per le gallerie “a tarlo lungo” che insieme rendono estremamente fragile il legno, tant’è che nel bordo superiore ci sono segni di danneggiamento recente; la pellicola pittorica è lacunosa soprattutto a sinistra, ed è oltremodo secca e fragile. Figura di santo frontale, nimbato, benedicente con le tre dita della mano sinistra mentre con la…

• TAVOLA XII ter cm 43,8 x 21 x 2,5 CRISTO IN GLORIA Il legno è estremamente danneggiato dall’opera del tarlo, presenta spaccature e gallerie “a tarlo lungo” e ha consistenza sugherosa, uno degli angoli inferiori risulta mancante per una recente rottura; un grosso chiodo a testa tonda è piantato al centro dello spessore superiore, nel taglio obliquo e un altro, con una piccola testa tonda, è introdotto per fissare, nel taglio del lato corto alla destra del retro, un cuneo di legno che si era…